Translate

domenica 22 aprile 2012

Il caso del pliosauro (attuale) ritrovato spiaggiato in Uganda.

Ieri ho appreso la notizia di un incredibile ritrovamento occorso in Uganda.
L'articolo citava di un corpo di un esemplare di una specie vivente (!) di pliosauro trovato spiaggiato lungo le coste dell'Uganda. Il corpo, secondo l'articolo, apparterrebbe ad un esemplare adulto di una specie ancora ignota ma vivente. Esso misura 130 centimetri ed è stato ritrovato perfettamente conservato.
Dall'articolo si apprende che l'animale era noto da molto tempo alle comunità locali, in una via di mezzo tra il reale e il leggendario, mentre non era mai stato preso in considerazione tra le autorità scientifiche.
Ovviamente, il cadavere dell'animale ora è stato trasportato in un luogo segretissimo (che strano...) in attesa che le autorità locali decidano il da farsi.

 Se pensate sia uno scherzo o un pesce d'aprile e non ci credete, eccovi l'incredibile foto!



Ovviamente si tratta di una scoperta incredibile!
Oltre ad essere la testimonianza dell'esistenza di una specie di un gruppo estinto dal Mesozoico, sarebbe anche il primo dato di pliosauri in acqua dolce! Veramente sconcertante.
Nonostante l'articolo parli di rettile marino e di coste ugandesi infatti, l'Uganda non confina con il mare -.-

Riusciranno i nostri eroi (autorità locali, criptozoologi, giacobbo e tutta la banda) a risolvere il mistero?
Speriamo in bene.

Io, per quanto mi riguarda, in cuor mio l'ho già risolto ( e spero anche voi).

P.S. Ringrazio gli amici di Paleofox.com per aver segnalato la notizia.

12 commenti:

Carlo AdS ha detto...

Beh devo dire che la foto è impressionante si...io sono sicuro che Giacobbo ci sta già lavorando hahahahaha..peccato per le "coste" dell'Uganda...avrebbe reso di piu' hehehe

StefanoBroccoli ha detto...

Purtroppo il mio scetticismo mi impone quasi di non crederci e trovare punti a sfavore del fatto che quella 'cosa' possa essere vera ^^
Tra questi la 'trama' delle scaglie, a mio parere troppo visibile e regolare per appartenere in primis ad un rettile, oltre che ad un essere vivo!
Chissà se la notizia finirà in un cantuccio o ce la ritroveremo su programmoni stile Wild e Voyager!!

Milo ha detto...

Questi nigeriani si fanno sempre piu' furbi :) Giacobbo gli dara' tutti i suoi risparmi

MarcoCasti ha detto...

Però, a parte gli scherzi...chissà cos'è. Che sia un pliosauro d'acqua dolce sopravvissuto mi sento di escluderlo al 100%...o è un modellino, ma se fosse qualcosa di vivente...cosa?

Ad un certo punto ho pensato potesse essere una chimera strana, ce ne sono alcune che vagamente ricordano i pliosauri come forma. Però, a riguardarlo bene, ha i denti. Non ho idea di cosa sia, se finto o vero...un pliosauro d'acqua dolce no di certo...

Anonimo ha detto...

aspettiamo altre notizie, in ogni caso il modellino (se fosse) è figo, ne voglio uno anch'io

Anonimo ha detto...

che bello! finalmente una cosa diversa! io credo che questo sia reale!!!!

MarcoCasti ha detto...

:-) Sicuramente sarebbe una bella cosa poter vedere un animale del genere in vita. Ma dubito seriamente sia reale. Per altro, non si è più saputo niente...

Anonimo ha detto...

Mah! Le ombre sono coerenti e, sebbene la risoluzione dell'immagine sia molto bassa, non appaiono elementi che facciano pensare ad un fake. L'apparenza delle squame è un artefatto dovuto all'elevata compressione dell'immagine. Se aprite l'immagine in photoshop e la ingrandite al 500 o al 700% è evidentissimo. Non sembrerebbe quindi uno dei famosi photoshopposauri. Però assomiglia troppo a un modello di plastica cinese.

MarcoCasti ha detto...

Il mio amico (e naturalista) Marco Colombo mi ha segnalato questo sito in cui si parla di un caso analogo di un rettile preistorico rinvenuto in Sudan durante l'800. Ci sono anche alcune interessanti foto. Per chi amasse queste cose di criptozoologia (io no):

http://www.malatemporastudio.com/Plesiosauro.html

Anonimo ha detto...

Devo ribattere ad Anonimo: 200% fotomontaggio, certezza assoluta. La trama è troppo ben definita specialmente nella parte sinistra, laddove dovrebbe essere più sfocata per l'effetto della lente non di grande qualità, come infatti sono le rocce circostanti. Anche l'ombra è troppo scura, basta confrontarla con quella dell'uomo. Anche sotto la coda l'ombra sfugge verso destra, mentre dovrebbe essere molto più morbida e rimanere più sotto al corpo che la proietta.

nota: lavoro come grafico ;)

Anonimo ha detto...

Non so se sia un fake o roba del genere , ma mi ha colto alla sprovvista la notevole somiglianza (superficiale) con Dolichorhynchops osborni .
Cristian (Marco , sono quello a cui hai mandati vari messaggio poco fa)

Salvo ha detto...

Io credo sia vero nonostante tutto chi puo dire che non si sia salvato come il mostro di locknes (nessie)