Translate

giovedì 2 aprile 2015

The other side of Paleostories

Eccomi qui,
scusate se il blog è silente da un bel po di mesi ormai. Non sono sparito e non ho smesso di avere la passione di scrivere paleostorie. L'assenza è dovuta soprattutto agli impegni lavorativi che ho dovuto affrontare in questo periodo. Alla fine, dietro ogni blogger c'è una persona fisica vera che ha progetti da portare avanti.
Il mio progetto di dottorato sta andando avanti molto bene ma mi porta via tempo e soprattutto energia. Quando torno a casa dal laboratorio, il mio cervello sciopera e non vuole più saperne di scrivere. Non voglio perdere di contenuto o qualità, quindi preferisco fare un post a mente riposata e conscia di quello che sto facendo.

Ma a parte questo, veniamo a qualche buona notizia.
Per prima cosa, fra pochi giorni (9-11 aprile) vado a presentare i risultati del mio progetto al convegno Progressive Palaeontology, che si terrà a Bristol. Non solo questo mi darà un pò di libertà dopo (perchè i risultati che presenterò sono quelli che mi hanno impegnato in tutti questi mesi), ma sarà anche l'occasione per incontrarsi con amici e colleghi e sentire tante Paleostories che mi daranno sicuramente qualche ispirazione e che sarò ben felice di condividere con voi.

A breve sarò in Italia e parteciperò a due giornate di divulgazione scientifica il primo a Cernusco sul Naviglio, il 17-18 aprile, l'altro a Gerenzano, il 19 aprile. Sono due eventi a cui parteciperanno molti altri studenti/ricercatori, con lo scopo di portare un pò di scienza e passione per la scienza ai non addetti ai lavori (grandi e piccini), con esperimenti, presentazioni, giochi ed esperienze didattiche. Se siete nei paraggi, fatevi un salto.

In ultimo, è quasi giunto il momento di poter presentare qualche post su qualcosa che sia farina del mio sacco. I primi risultati del mio dottorato sul neurocranio dei petalichthyidi sono quasi pronti e spero di poterli divulgare in tempi brevi. Li presenterò al convegno Early Vertebrates Conference 2015 che si terrà in Australia i primi di agosto e dunque urtroppo sarà verso la fine dell'anno, ma meglio tardi che mai.

Spero davvero di poter ritornare a scrivere come un tempo. Ringrazio chi ha avuto la pazienza di aspettare, magari rileggendo qualche vecchia Paleostoria.
A presto

1 commento:

Danilo Graffeo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.